Una domanda?
Bisogno di aiuto?

image

Granulometria

Campo di misura: 0.01 µm- 3500 µm

L’analisi della distribuzione granulometrica è uno dei servizi offerti da Alfatestlab per la caratterizzazione di prodotti in polvere, sospensione ed emulsione. Una distribuzione granulometrica accurata su un numero rappresentativo di particelle è un parametro di qualità fondamentale per svariati prodotti di numerosi settori industriali. Alfatestlab effettua analisi granulometriche con tecniche di diffrazione laser, più comunemente chiamata granulometria laser, nel campo di misura 0.01 µm- 3500 µm. La diffrazione laser è oggi la tecnica più largamente utilizzata al mondo per ottenere risultati rapidi e accurati su prodotti micronizzati e non solo ed è normata dalla ISO13320 e riconosciuta da altri standard e linee guida quali ASTM, USP, EP, JP. AlfatestLab propone altre tecniche d'analisi granulometrica come la Dynamic Light Scattering DLS (campo 0.3nm-10um), la Nanoparticle Tracking Analysis NTA (campo 10-2000nm), l'Analisi Automatizzata d'Immagine (0.5-10.000 um), o la Microscopia Elettronica a Scansione SEM, siamo a disposizione per eseguire l'analisi più adatta alla Vostra applicazione.

Strumentazione Mastersizer 3000 (Malvern Panalytical)
Campioni Particelle, Dispersioni liquide, Polveri
Settori Farmaceutico, Additive manufacturing, Microplastiche, Ceramico, Inchiostri, Vernici e Coatings, Batterie, Specialità chimiche, Alimenti & Bevande, Home & Personal Care, Polimeri e Plastiche, Ambiente: analisi dei suoli e delle acque, Materiali Innovativi e Compositi
Risultato Distribuzione granulometrica, D50, D10, D90, etc.

La nostra strumentazione permette sia la dispersione dei campioni per via secca (in aria compressa) che per via umida (in sospensione), grazie a varie unità di dispersione per piccoli, medi e grandi volumi. La scelta viene fatta in funzione della quantità di campione disponibile, del disperdente da utilizzare e del campo granulometrico del campione.

Il campione disperso viene trasportato in celle dedicate e investito da un raggio laser. Le particelle diffondono la luce laser ad angoli inversamente proporzionali alle loro dimensioni, la luce diffusa viene quindi analizzata da una serie di detector posti tridimensionalmente a valle della cella. Dall'analisi effettuate si ottiene un report della distribuzione granulometrica in volume delle particelle, oltre che tutti parametri standard D10, D50, D90, D4:3, etc.

Con i propri granulometri laser Alfatestlab è in grado di fornire servizio di sviluppo metodo, trasferimento metodo (da Mastersizer2000 a Mastersizer3000) e analisi.

CPhI Milano 9-11 Novembre 2021

Incontriamoci sul nostro stand Pad.2 C89



Carbonato di calcio:analisi della distribuzione dimensionale e dell'area specifica

In questo studio, abbiamo analizzato carbonati di calcio per uso alimentare di diversi produttori, valutando le dimensioni delle particelle e l’area superficiale specifica.



Grafene: il materiale più resistente e più sottile mai creato!

Il formidabile potenziale del grafene, con la resistenza teorica del diamante e la flessibilità della plastica. trova applicazioni potenziali in diversi campi: dall’elettronica al drug delivery. Il metodo di produzione influenza drasticamente la qualità del grafene: come misurare, validare la qualità della materia prima e dei prodotti finiti?



Il controllo analitico del cioccolato

Il cioccolato è una sospensione complessa di particelle non grasse (zucchero, cacao, particelle di latte in polvere) disperse nel burro di cacao. La dimensione delle particelle, la reologia e l'analisi termica aiutano a controllare la consistenza, il sapore e la stabilità dei prodotti a base di cioccolato. Scopri come ...


Il controllo del gusto nell'industria alimentare

In che modo la dimensione delle particelle influisce sul sapore dei prodotti alimentari? diamo un'occhiata ad esempi come il caffè e il latte...







Additive Manufacturing: il controllo delle polveri metalliche

Esiste una correlazione diretta tra le proprietà fisiche della polvere da un lato e le prestazioni del processo e le proprietà dei componenti finali dall’altro. La caratterizzazione delle polveri permette, quindi, di ottimizzare il processo e migliorare il prodotto finito.





API: discriminazione di polimorfi con tecnica MDRS

Diversi principi attivi farmaceutici (API) tendono a cristallizzare in diverse forme cristalline o polimorfi. In una formulazione farmaceutica, l'identità o la possibile conversione del polimorfo può alterare le caratteristiche e l'efficacia della formulazione, portando a una diversa biodisponibilità. In questo lavoro mostriamo come i polimorfi possono essere identificati e caratterizzati con successo utilizzando l'MDRS (Morphologically-Directed Raman Spectroscopy), una tecnica innovativa che combina l'imaging automatizzato delle particelle con la spettroscopia Raman per fornire dimensione, forma e identificazione chimica delle particelle in un'unica analisi.


2019 Training Avanzati Mastersizer 3000 e Zetasizer Nano

Richiedi informazioni per partecipare ai training avanzati, nel mese di Ottobre e Novembre, durante i quali si utilizzeranno direttamente gli strumenti per mettere in pratica la teoria assimilata.



2019 Trainings Avanzati Mastersizer 3000 - Luglio

Richiedi informazioni per partecipare ai training avanzati Mastersizer 3000, durante i quali si utilizzeranno direttamente gli strumenti per mettere in pratica la teoria assimilata. Il 17 e 18 Luglio!


Distribuzione granulometrica dalle immagini SEM

Grazie al software d'analisi d'immagine Particlemetric dei nostri microscopi elettronici siamo in grado di fornire una distribuzione granulometrica in numero delle particelle osservate al SEM. In quest'esempio sono state analizzate particelle di polvere d'alluminio con il Phenom XL

Richiedi informazioni sull'analisi

Ho letto e compreso la Privacy Policy

 Accetto il trattamento dei dati per l'invio di informative tecniche e inviti agli eventi.