Una domanda?
Bisogno di aiuto?

Settori

Materiali Innovativi e Compositi

Dire materiali innovativi significa indicare una categoria generica che include materiali nanostrutturati, ecomateriali (ecoplastiche, biopolimeri etc.), tessuti tecnici, metalli e leghe sinterizzati con proprietà varie (memoria, luminescenza, traspiranti…), nanofluidi,  ceramiche tecniche, schiume metalliche e polimeriche, adesivi etc.
Tra i materiali innovativi ci sono ovviamente anche i materiali compositi che richiedono prestazioni particolari sia dalla matrice del materiale sia da quello di rinforzo.
Per tutti questi prodotti AlfatestLab può essere una valida interfaccia per misure delle proprietà viscoelastiche, di pesi molecolari e branching di polimeri, misure granulometriche e di forma di particelle, di porosità e per immagini ad alta risoluzione SEM con microanalisi.

Proprietà quali granulometria, morfologia, porosità, assorbimento di acqua e proprietà reologiche  hanno un impatto decisivo sulle prestazioni di prodotti come cementi o premiscelati  e sulla  valutazione dei fenomeni di degradazione di materiali lapidei naturali (marmi, pietre, graniti…) e artificiali (stucchi, malte, intonaci).

Cementi
La distribuzione granulometrica, la morfologia delle particelle e l’area superficiale sono parametri che influenzano per diverse ragioni la resistenza del cemento. La caratterizzazione delle proprietà reologiche può invece aiutare nella comprensione dei fenomeni di polimerizzazione (curing). Infine l’assorbimento di umidità da parte di edifici può inficiarne la durata e va quindi controllata.

Metalli
Nelle polveri metalliche distribuzione granulometrica, morfologia, area superficiale e densità errate possono essere causa di scadenti processi di compattazione e sinterizzazione. Immagini in alta risoluzione SEM consentono invece una valutazione accurata di eventuali imperfezioni sul prodotto finito.